Ricevete le chiamate sul vostro numero di telefono VOIP ma il telefono resta “muto”?

Sono passati ormai tre anni da quando sono passato ad una numerazione VOIP per il telefono di casa.

Una scelta che mi ha soddisfatto sia per l’affidabilità del servizio che per la qualità delle chiamate. Merito dell’operatore che nel mio caso è Clouditalia, ma merito ovviamente anche della nostra rete.

Una scelta che mi ha permesso anche un sensibile risparmio, grazie alla formula del tutto simile a quella della telefonia mobile con SIM ricaricabile. (niente canone, tariffazione in base alla durata delle chiamate ecc…).

Una scelta che naturalmente è poco gradita agli operatori telefonici (vedi. TIM, Tiscali, Fastweb, ecc…) che propongono le loro offerte di telefonia fissa con canone annesso.

Notiamo però che, con sempre maggiore frequenza, anche le offerte di questi operatori “tradizionali” siano in realtà dei servizi in modalità VOIP.

Dalla fine del dicembre scorso, SFSC acquista la banda internet, che poi distribuisce ai propri soci, proprio da uno di questi operatori. Dopo poco tempo comincio ad avere i primi problemi con le telefonate VOIP.

In famiglia ci accorgiamo che le telefonate restano “mute”. Il telefono squilla, compare il numero del chiamante, ma una volta alzata la cornetta…. niente.

All’inizio ho pensato fosse l’opera di qualche operatore di call center poco loquace, oppure un fisiologico periodo di assestamento dovuto ai problemi tecnici legati al passaggio alla nuova fornitura di rete.

Passa il tempo, ma il problema resta. Infine mi accorgo che solo le telefonate in ingresso restavano “mute”, mentre quelle in uscita funzionavano regolarmente.

Dopo qualche ricerca su internet capisco che questo problema è piuttosto diffuso per le utenze che accedono ad internet attraverso l’operatore che oggi è anche il nostro fornitore di banda di rete, ma che utilizzano servizi VOIP “concorrenti” rispetto a quello proposto dall’internet provider.

Chiariamo subito che esiste una motivazione tecnica e non si tratta quindi di un “sabotaggio”, che sarebbe oltretutto illegale poiché si violerebbe il principio di neutralità della rete. Il motivo è presto detto, per aprire (o chiudere) la propria offerta VOIP, l’internet provider in questione apre (o chiude) il traffico sulla porta 5060 utilizzata dal protocollo SIP.

La stessa porta e lo stesso protocollo vengono usati  anche dai servizi VOIP “concorrenti” che vengono di conseguenza bloccati.

Dopo qualche tentativo sono riuscito ad aggirare il problema apportando una semplice variazione rispetto alle istruzioni fornite in precedenti articoli.

Una volta completata la configurazione e solo se avete il problema descritto in questo articolo seguite i seguenti passi :

  • Cercate nel vostro pannello il punto in cui viene aperto l’ascolto del protocollo SIP sulla porta 5060
  • Abilitate l’ascolto casuale (random) sulle porte da 5060 a 5076.
  •  Salvate e riavviate il vostro pannello VOIP

Da quando ho fatto questa modifica le telefonate in ingresso e quelle in uscita hanno ripreso a funzionare, mi auguro che questo articolo sia d’aiuto a chi ha avuto il mio stesso problema.

 

Precedente Come leggere le coordinate della propria abitazione con Google Maps Successivo Convocazione dell'assemblea generale ordinaria - 14 aprile 2018