Al via il programma di formazione 2016/17 di SFSC

lezione“La giornata inizia con le note della nostra canzone preferita impostata come suoneria nella sveglia dello smartphone

Una buona colazione per prepararci ad affrontare gli impegni della giornata e nel frattempo diamo una veloce occhiata alle previsioni del tempo sul nostro tablet.

Infine scegliamo l’abbigliamento adatto ed acquistiamo  il biglietto del treno con l'”app” delle Ferrovie.

In viaggio contattiamo gli amici su Whatsapp per organizzare la serata ed inviamo una mail per confermare l’appuntamento con il dentista.

A fine giornata torniamo a casa per  preparare il risotto con la ricetta scaricata dal sito di un famoso cuoco. Ricetta che ora è nella chiavetta usb inserita nel Bimby.

Mentre il robot da cucina procede da solo con la preparazione della cena, abbiamo il tempo di guardare su Netflix l’ultima puntata della nostra serie preferita.

Questa potrebbe essere la giornata tipo di ognuno di noi.  Anche se non ho mai usato sino ad ora la parola computer ognuno degli strumenti citati può essere a pieno titolo definitivo una sua derivazione.

I computer ci aiutano in molti aspetti della nostra vita, molto più di quello che pensiamo. Hanno forme e dimensioni diverse a seconda dell’uso al quale sono destinati, tanto che non immaginiamo nemmeno un futuro senza questi oggetti di uso quotidiano.

E prima? 

Quando sono stati posati i primi “mattoni” della moderna informatica (la scienza del computer)? Come funziona e soprattutto, la domanda principale a cui vogliamo dare una risposta, cos’è un computer?…………”

Inizia così la lezione in aula del modulo “Il mondo del computer” che ha l’obiettivo di spiegare agli alunni delle scuole primarie cosa sono e come funzionano i computer e gli strumenti elettronici che usiamo tutti i giorni. Dopo due anni di sperimentazione è diventato infatti operativo a tutti gli effetti il programma di formazione 2016/17 di senzafilisenzaconfini in collaborazione con l’I.C. di  Brusasco Cavagnolo.

Le prime lezioni si terranno il 18 ed il 25 Novembre presso le scuole primarie di Verrua Savoia.

Hanno inoltre già aderito al progetto anche le primarie di Brusasco, Casalborgone, Cavagnolo, Lauriano, Monteu. Ed altri comuni hanno espresso il loro interesse.

Non finisce qui!

Dopo la presentazione pubblica, avvenuta l’estate scorsa presso la scuola media E. Fermi di Brusasco, verranno programmati gli incontri dedicati al modulo “Uso consapevole di internet”.

Le lezioni si pongono l’obiettivo di spiegare quali sono i comportamenti da seguire per vivere la propria esperienza su internet con serenità ed in tutta sicurezza. Verranno affrontati argomenti oggi molto sentiti come: Privacy, sexting e cyberbullismo.

Temi che vengono portati spesso alla ribalta dalla cronaca, ma che istintivamente consideriamo lontani dalla nostra quotidianità. Per scoprire poi che sono molto più vicini di quanto siamo portati a pensare e che nel tempo abbiamo ignorato i segnali che avrebbero dovuto metterci in allerta.

Queste lezioni, inizialmente dedicate agli alunni delle scuole medie, su richiesta del corpo docente, verranno allargate anche ai loro genitori.

Concludo ringraziando tutte le insegnanti che hanno aderito con entusiasmo al progetto ed in particolar modo Maria Cristina Cavanna e Chiara Grosso che stanno dedicando il loro tempo e la loro passione per il successo di questa iniziativa.

Oltre a sopportare il sottoscritto.

Precedente Onde Convogliate. Un'alternativa all'utilizzo dei cavi Successivo Come accedere dall'esterno a dispositivi sulla rete locale con IP statico